In Digital Marketing

In questi ultimi anni, si sono moltiplicati i canali di comunicazione, online e offline, tra le aziende e i clienti. La competizione è sempre più alta e la possibilità di emergere e rimanere nella mente del pubblico si assottiglia. I clienti sono bombardati da una quantità crescente di contenuti pubblicitari e da offerte che si somigliano sempre di più nel prezzo e nelle caratteristiche. 

Per rimanere nel mercato, i settori della comunicazione e del marketing aziendali si stanno muovendo sempre più verso la creazione di contenuti di qualità, che attirino l’attenzione e spingano alla fidelizzazione con il brand. Si cerca di offrire qualcosa, anche di non strettamente commerciale, che arricchisca l’offerta e l’esperienza di relazione con l’azienda.

Questa direzione viene confermata anche nei canali di comunicazione online: l’obiettivo è emergere nella bacheca dei social network e nei risultati di ricerca, per incuriosire e risultare utili al cliente, ancora prima di un eventuale acquisto. In un mondo sempre più competitivo, dove le proposte in gioco si sfidano su prezzi e funzionalità, rimanere nella mente degli utenti e diventare un interlocutore credibile può fare la differenza.

Per questo motivo, i contenuti video stanno acquistando sempre maggiore campo; rappresentano uno strumento molto efficace che non può essere trascurato e che va invece utilizzato con grande attenzione e progettualità, all’interno della strategia.

i-segreti-per-venedere-a-distanza

Il video, tra intrattenimento e offerta di contenuti

I dati parlano chiaro: l’86% delle aziende oggi utilizza contenuti video e il 77% propone video anche sui canali social. Il pubblico passa 2,6 volte più tempo su pagine con contenuti video rispetto alle altre. Dati che crescono in questa direzione possono essere registrati anche nel B2B

Il video è oggi il contenuto preferito dagli utenti, per la semplicità e l’immediatezza della comunicazione, e sta diventando un elemento di distinzione e di scelta anche in fase di relazione con il brand. 

Ma quali video sono da preferire? Quali contenuti offrire?

Sicuramente bisogna distinguere a seconda del canale di destinazione e della fase dell’utente all’interno del customer journey. Nei social media (Facebook, Instagram, Twitter e, come indicazione per il futuro il nuovo Tik Tok) sono preferibili video di breve durata, per catturare l’attenzione durante lo scroll delle notizie e per incuriosire nei primi istanti. L’obiettivo è coinvolgere l’utente e rimanere nell’immaginazione.

Un grande successo stanno ottenendo anche i video tutorial: soprattutto su Youtube, i dati dimostrano che i video “How to”, che spiegano come fare qualcosa sono i più ricercati. Per un’azienda che vende prodotti o servizi, può essere interessante offrire contenuti video che mostrino l’utilizzo del prodotto e tutte le possibili applicazioni. Per alcuni prodotti ed aziende, potrebbe essere stimolante anche prevedere uno sviluppo a puntate e una vera e propria narrazione intorno al brand

Un video caricato su Youtube può essere anche più lungo nella durata per offrire un contenuto più completo, rispetto ai mini filmati destinati ai social. 

banner-ebook-vendere-video-conferenza

Il video: uno strumento fondamentale per il marketing e per le vendite

Anche dal punto di vista del reparto vendite molte cose stanno cambiando. I canali di vendita online stanno ottenendo un grande successo, perché rispondono alle esigenze dell’utente contemporaneo: velocità, semplicità, precisione. Oggi i clienti, soprattutto tra i Millennials, amano fare acquisti online e pretendono da tutti i brand, modalità di scelta e transazione chiare e immediate. 

In un universo online dominato dai colossi di Amazon e Google, i brand devono poter mettere in campo un’offerta che ricalchi in piccolo le stesse modalità. Ciò che fa veramente la differenza oggi è l’esperienza con il brand, dalla conoscenza al post acquisto: i clienti vogliono un’esperienza piacevole, senza intoppi e che restituisca valore aggiunto.

Per questo motivo, i contenuti video diventano fondamentali. Non solo video che attirano l’attenzione, suscitano curiosità e creano entertainment. Oggi bisogna offrire ai propri utenti qualcosa di più: contenuti di valore che li accompagnino in ogni fase del viaggio verso la fidelizzazione con il brand. 

In quest’ottica, assumono grande importanza anche i video sulla homepage del website e nelle email ai clienti. Un contenuto video sulla homepage del sito permette all’azienda di presentarsi in modo molto più accattivante ed immediato, aumentando il tempo trascorso sulla pagina e l’attenzione dell’utente. 

Allo stesso modo, assume grande efficacia anche l’utilizzo di contenuti video nella email inviate ai clienti. La fase all’interno del customer journey è diversa: non si tratta di un primo contatto con chi non conosce o conosce poco il brand. Le email vengono inviate ai contatti presenti nel CRM aziendale, secondo preferenze e momenti. 

Anche in questo caso, i dati offrono elementi sui quali riflettere. Inserire un video nelle comunicazioni email permette di accrescere il tasso di apertura di diversi punti percentuali (dal 7 al 13%).

In questo modo, oltre a raggiungere i clienti o i contatti di valore, per coltivare il rapporto attraverso offerte, promozioni dedicate e comunicazioni importanti, si può offrire un contenuto coerente, di qualità e di facile fruizione. L’affidabilità, l’immagine e la considerazione del brand passano anche da questi contenuti.

Semplisio Smart Room

Le smart room: l’ambiente ideale per vendere attraverso video

Se il mondo del business si sposta sempre più verso canali digitali, le smart room costituiscono, senza dubbio, gli ambienti professionali del futuro, sia dal punto di vista dell’azienda che del cliente.

Una smart room è un ambiente online, accessibile da qualsiasi luogo con una connessione internet e le credenziali personali, che riproduce molte delle funzionalità aziendali da remoto. L’obiettivo è quello di offrire un’esperienza smart per la vendita a distanza. 

Qui si possono invitare i clienti, organizzare videoconferenze, meeting e riunioni: il tutto sincronizzato con le altre piattaforme e gli altri gestionali dell’azienda. Le smart room possono essere integrate anche con dei chatbot per l’assistenza clienti e per la gestione delle comunicazioni iniziali e meno personalizzate.

Una smart room può essere totalmente personalizzata, restituendo al cliente, un’immagine chiara e riconoscibile del brand. Se, come in ogni primo incontro, sono fondamentali anche le impressioni e i dettagli che riescono a catturare l’attenzione, una smart room parla del brand, sia dal punto di vista grafico, sia riuscendo a ricostruire l’esperienza di un incontro tra persone.

A questi aspetti si aggiungono anche i vantaggi dal punto di vista dell’azienda. Attraverso la sincronizzazione di tutte le piattaforme aziendali è possibile effettuare prenotazioni per videoconferenze, contattare clienti e organizzare attività, in maniera facile e veloce. Dalla smart room è possibile accedere ai dati del CRM, dell’e-commerce, dell’assistenza clienti e delle rete di vendita. 

Grazie alle smart room è possibile superare il rischio che corre ogni azienda oggi, quello di avere una mole importante di dati a disposizione ma di non avere la struttura giusta per rendere questi dati accessibili e quindi utilizzabili. 

Ambienti di questo tipo rendono anche possibile e facile l’organizzazione di formazione da remoto dedicata ai professionisti: questo strumento permette un’organizzazione più fluida e la somministrazione di contenuti video di valore in maniera coerente alle competenze e al ruolo ricoperto. 

Con l’utilizzo di una smart room, i costi si abbassano e i servizi si arricchiscono e si personalizzano, sia dall’interno che verso l’esterno dell’azienda.

vendere-a-distanza-con-la-smart-room

I contenuti video nelle smart room 

Come già detto, il video oggi ha una grande importanza, sia dal punto di vista del marketing che delle vendite. Anche all’interno delle smart room, il contenuto visivo assume un ruolo fondamentale. 

Se l’obiettivo delle smart room è quello di riprodurre l’esperienza vis-a-vis con il cliente, abbattendo i costi e ottimizzando l’organizzazione interna, il video è lo strumento fondamentale. E’ possibile invitare il cliente in questo ambiente, organizzando una call o una videoconferenza: in questo modo, il cliente può conoscere l’azienda attraverso la personalizzazione dello spazio, ma anche attraverso un rapporto diretto con il venditore.

Il reparto vendite è oggi il meno incline all’adozione delle nuove tecnologie perché fonda gran parte del successo sulle emozioni e sulla fiducia che viene a crearsi durante un incontro “fisico” con il cliente. Nonostante le nuove possibilità offerte dalla tecnologia per trovare ed entrare in contatto con I clienti, in molti settori, la vendita rimane il frutto di un rapporto diretto. Questa dinamica assume ancora maggior peso nel settore B2B.

Le smart room vanno in questa direzione e offrono una risposta alle difficoltà del reparto vendite: qui è possibile riprodurre un rapporto personale con il cliente, attraverso videochiamate programmate, un ambiente dedicato che parla del brand e un’assistenza curata nei minimi dettagli. 

A questi aspetti si aggiungono tutti i vantaggi di un accesso da remoto, con l’abbattimento dei costi e la possibilità di lavorare sempre in smart working. Dal primo incontro si possono creare dei percorsi dedicati al cliente, attraverso la sincronizzazione con i dati del CRM: dalla gestione del contatto, all’invio di mail automatizzate, magari contenenti video utili e stimolanti in quel particolare momento del customer journey. 

Le vendite sono un settore molto importante e molto delicato dell’azienda. L’adozione di una smart room avanzata ed efficiente come quella di Semplisio, può offrire grandi possibilità e può rendere il processo di vendita ancora più efficace e stimolante per i venditori e per i clienti.

Recommended Posts

Lascia un commento