In E-commerce
Tempo di lettura 25 minuti

Vuoi sapere quali sono le migliori strategie di marketing per eCommerce? Vediamo insieme quali sono i canali e migliori strumenti da utilizzare per riuscire ad incrementare le tue vendite.

Come nasce l’eCommerce?

Era il 1994 e un ventunenne americano voleva vendere, tramite il sito web NetMarket che aveva creato, un cd di Sting ad un amico. Quest’ultimo ha pagato $ 12,48, più le spese di spedizione, utilizzando il software di crittografia dei dati per inviare il suo numero di carta di credito in modo sicuro. Questa è la prima transazione avvenuta online e per questo è classificabile come quello che noi oggi chiamiamo eCommerce: vendita di beni, servizi e prodotti realizzata tramite la rete Internet.

Ovviamente dal 1994 ad oggi l’eCommerce ha fatto molta strada, molti progressi e continua a crescere a vista d’occhio. Cambiano i dispositivi, si evolvono i computer, i telefoni e ci sono sempre nuovi modi per acquistare prodotti. Per questo motivo è necessario stare al passo con le tendenze ed elaborare delle giuste strategie di marketing per eCommerce per chi è nel settore delle vendite.

Quali sono i vantaggi dell’eCommerce?

L’eCommerce sta aumentando rapidamente e gli acquirenti cercano prodotti anche oltre confine nei mercati internazionali.

Possiamo individuare tre principali classificazioni di eCommerce, rintracciabili in base a chi sta vendendo a chi.

  • La prima è il Business to Business (B2B): ovvero la vendita di beni e servizi da una società ad un’altra.
  • La seconda è il Business to Consumer (B2C): un’azienda che vende ad un cliente, questo è uno dei tipi più comuni di eCommerce – un esempio potrebbe essere quello di un negozio di scarpe online.
  • Infine il terzo è il Consumer to Consumer (C2C): i consumatori che vendono direttamente ai consumatori tramite le piattaforme di vendita online (ad esempio Ebay o Amazon).

Una cosa evidente è che le vendite tramite Internet stanno crescendo in tutto il mondo. Alcune industrie particolari, inoltre, hanno avuto un incremento notevole delle vendite eCommerce e sono quelle che riguardano i gioielli, orologi, i mobili, gli elettrodomestici e i videogiochi.

Da quando esiste Internet, esiste anche l’eCommerce e questo, proprio come la rete, è destinato a restare e ad evolversi nel tempo. Il motivo della sua permanenza risiede nel fatto che la vendita di beni e servizi tramite Internet avvantaggia tutti: acquirenti e venditori.

Scopri come potenziare il tuo CRM aziendale con attività di marketing automation

Una guida pratica per aumentare le performance della tua impresa o attività

Cosa ci guadagnano?

I vantaggi per gli acquirenti sono:

  • L’acquisto online è più conveniente
  • Le transazioni sono più semplici e più veloci
  • Il confronto dei prezzi e dei prodotti è più rapido
  • La comunicazione è mirata e migliora anche il processo di consegna

I vantaggi per i venditori, invece, sono:

  • L’abbassamento di costi generali e fissi di un negozio fisico.
  • L’opportunità di vendere 24 ore su 24 (senza dover rispettare gli orari tradizionali dei negozi).
  • La capacità di poter raggiungere qualsiasi cliente e in qualsiasi parte del mondo si trovi.
  • Un maggiore controllo sul processo di vendita (soprattutto se esiste un portale che gestisce il punto vendita).
  • Una maggiore visibilità ai potenziali clienti grazie alla SEO nei motori di ricerca.
  • Un maggiore controllo sul costo del personale.

Le differenti tipologie e strategie di eCommerce marketing

L’eCommerce marketing e il digital marketing non si escludono a vicenda, anzi.

Il digital marketing è l’insieme di tutte quelle attività di marketing che utilizzano i canali web per sviluppare la propria rete commerciale, analizzare le tendenze del mercato e prevederne l’andamento.

Ed è qui che si inseriscono le strategie di marketing che riguardano l’eCommerce. I siti web di eCommerce utilizzano tutti i canali digitali per promuovere i prodotti e aumentare la propria attività. Il marketing applicato all’eCommerce utilizza i principi del marketing digitale e inbound per convertire i visitatori in clienti.

Quali sono le principali strategie marketing digitali applicabili all’eCommerce?

Social media marketing

L’utilizzo dei social media permette di coinvolgere il maggior numero possibile di persone, permette di interagire con loro, aumentare il traffico sul proprio sito web e di conseguenza sviluppare una base più ampia di clienti.

L’utilizzo di piattaforme social differenti permette all’azienda di distribuire le proprie capacità ed energie per raggiungere scopi differenti ed ottenere i migliori risultati, soddisfando tutte le esigenze del cliente. Inoltre, mantenere la personalità dell’azienda tramite i social è importante perché mostrare coerenza aiuterà ad incrementare la fiducia nei clienti.

Marchi e società lanciano le proprie pagine nei social media per connettersi con il proprio pubblico e pubblicare contenuti che possano interessare questo pubblico. I marketer dell’eCommerce si comportano allo stesso modo, ma, tenendo presente che per le loro campagne non tutti i social network calzano bene i loro bisogni.

I siti web eCommerce sono altamente visivi: d’altronde lo scopo è sfoggiare il prodotto, quindi il successo sul social media lo si ottiene grazie l’uso delle immagini che aumentano il traffico sulle pagine che vendono quel prodotto.

Per questo motivo Instagram è una piattaforma appropriata per l’eCommerce, offrendo la possibilità di pubblicare foto dei prodotti. È possibile poi fare un ulteriore passo avanti con i post, creando dei contenuti shoppable, consentendo ai visitatori di acquistare subito.

Questo può includere sia gli annunci posizionati all’interno del feed social sia dei tag che portano l’utente direttamente al carrello della spesa. Questi metodi aiutano ad eliminare gli attriti che si creano durante il processo di acquisto.

La grande maggioranza degli utenti di Instagram utilizza il proprio feed per lo shopping online, cercando di scoprire nuovi marchi. Quindi le aziende che puntano su questi social altamente visivi usano l’account Instagram come se fosse il loro catalogo online. Ovviamente bisogna costantemente nutrire l’interesse dei follower e incoraggiarli all’acquisto.

Per sfruttare Instagram con successo è assolutamente necessario:

  • Creare contenuti di qualità.
  • Ottenere un largo seguito.
  • Coinvolgere il pubblico.

Due strategie possono aiutarti per raggiungere questi obiettivi:

  • Giveaway (gli omaggi funzionano sempre perché sono di natura virale e perché tutti vogliono vincere qualcosa gratuitamente)
  • Convincere gli influencer a promuovere la tua pagina e/o profilo.

L’influencer marketing si concentra su persone o marchi che hanno in qualche modo un’influenza sul tuo mercato di riferimento. Si tratta di quelle celebrità, comunità, pagine con migliaia di follower che vengono seguite dal tuo pubblico di destinazione. Gli influencer creano un largo seguito, per questo una loro sponsorizzazione può attirare una grande attenzione sul tuo prodotto.

Il business eCommerce tiene conto anche delle recensioni che vengono fatte dei prodotti.

A riguardo, l’utilizzo di una pagina aziendale su Facebook è ottima per le società per condividere le recensioni dei clienti sul loro negozio online. Inoltre, tra i vari social network, Facebook rimane ancora una delle piattaforme pubblicitarie più potenti disponibili per i marketer. Non esiste un modo migliore per pubblicare su Facebook, ci sono vari fattori (dipende dal settore, dal pubblico, dall’offerta…).

Content marketing

Il content marketing è quella tipologia di marketing che prevede la creazione e condivisione di contenuti al fine di acquisire clienti. Qualsiasi cosa tu faccia nella rete, Internet è formato interamente da contenuti. Quindi, per vendere con successo online c’è bisogno di contenuti. La creazione di contenuti online (come blog, video, immagini, GIF, infografiche) non servono per vendere direttamente ma attira il pubblico di destinazione, informa i potenziali clienti sui prodotti e aumenta la consapevolezza del marchio.

Il content marketing comunque non significa soltanto scrivere dei post all’interno di un blog, ma, si tratta di un qualsiasi contenuto online destinato ad istruire l’utente. Il content marketing è un’ottima strategia di marketing per eCommerce.

Un corretto content marketing può attirare un’attenzione positiva, interazioni e conversioni.

Creando e pubblicando contenuti originali ci si assicura che il pubblico riceva tutte le informazioni di cui necessita ed è importante che queste arrivino in modo costante. È importante collaborare con il proprio team per realizzare i diversi contenuti di cui si ha bisogno, assicurarsi di utilizzare il budget corretto e svolgere bene il lavoro. Tutti i contenuti pubblicati devono essere interessanti, pertinenti ed unici per coinvolgere il maggior numero possibile di persone.

All’interno di un sito eCommerce la prima cosa da fare è creare il contenuto per esso.

La creazione di contenuti originali e di alta qualità permetterà di raggiungere il successo perché farà sì che i clienti abbiano voglia di interagire con te, acquistare dal sito e mantenere un seguito. La chiave è essere originali e creativi. In questo modo si mostra un’immagine convincente del marchio e si lascia un segno nella mente dell’utente.

Come usare i contenuti per lanciare sul mercato il tuo eCommerce?

Ottimizzare le pagine dei prodotti con parole chiave brevi e dirette e che includono il nome del prodotto. Devi assicurarti che il titolo delle tue pagine, le intestazioni e il testo delle immagini si concentrino sulle parole chiave giuste in modo tale che i motori di ricerca possano mostrare il tuo negozio alle query che vengono digitate degli utenti.

Scrivi dei post rilevanti. È importante creare dei contenuti mirati e in linea con il tuo marchio. Una volta che i visitatori sono più coinvolti si possono creare dei contenuti più generali.

Crea dei guest post in siti web esterni. I guest post ti danno l’opportunità di apparire di fronte ad un pubblico più ampio e pertinente. Inoltre, ti darà più autorità di dominio per il tuo sito eCommerce, indicando ai motori di ricerca che il tuo sito web è affidabile. Ovviamente dovrai cercare dei siti che utilizzano parole chiave correlate alle tue e siano pertinenti con il tuo business.

Pubblica video relativi ai prodotti su YouTube. YouTube ha miliardi di utenti attivi, quindi, è possibile trovare dei potenziali clienti anche lì. Condividere video correlati al tuo prodotto può aiutare il pubblico: ad esempio i video tutorial mostrano come utilizzare il prodotto, soddisfano il cliente e creano relazioni a lungo termine.

Includi una sezione di domande frequenti sul tuo sito web, basata sulle parole chiave. Avere una pagina con le domande più frequenti è utile per i clienti per poter rispondere a qualsiasi loro dubbio. In più, costruire delle FAQ basandosi sulle parole chiave può aumentare non solo l’autorità ma anche il traffico nel tuo negozio eCommerce.

Marketing dei motori di ricerca

Una delle strategie più efficaci per aumentare il traffico ad un sito di eCommerce di successo è assicurarsi che sia ottimizzato per i motori di ricerca.

Con gli odierni standard SEO (Search Engine Optimization), è fondamentale accertarsi che il proprio sito web sia costantemente aggiornato con contenuti ricchi e pertinenti, promuova una buona esperienza utente e sia il più possibile privo di errori.

Anche l’utilizzo di parole chiave all’interno dei tuoi contenuti è importante, perché andrà ad evidenziare il tuo sito web tra i risultati nei motori di ricerca nel momento in cui gli utenti cercano qualcosa di specifico.

La SEM (Search Engine Marketing) invece si riferisce ad attività di Paid Advertising nei motori di ricerca e in altri siti web (ad esempio attraverso campagne Display).

Quindi mentre la SEO fa affidamento sulla conoscenza degli algoritmi di Google per ottimizzare i contenuti, la SEM può coinvolgere campagne pay-per-click (PPC) o campagne pubblicitarie specifiche che permettono di pagare per i migliori posizionamenti sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca.

Marketing pay-per-click (SEM)

Tre sono gli elementi di base per qualsiasi campagna di marketing pay-per-click: l’annuncio, l’offerta e la pagina di destinazione. Tutti e tre devono essere sincronizzati se si vuole mantenere vivo l’interesse del lead.

La pagina di destinazione è il proseguimento dell’annuncio; è la pagina che ti fornisce ciò che ti è stato promesso come ricompensa nel momento in cui hai deciso di fare clic sull’annuncio. In questo modo si indirizza il visitatore verso la canalizzazione di conversione. Inoltre, la pagina di destinazione deve essere libera da distrazioni e elementi non finalizzati all’azione desiderata, tenendo presente che è il luogo più appropriato per vantare al cliente i vantaggi del proprio prodotto.

Su Google, le campagne pay-per-click garantiscono che i potenziali acquirenti, quando fanno una ricerca e inseriscono dei termini che corrispondono alla tua campagna, vedano il tuo annuncio prima dei risultati organici.

E, poiché stai pagando Google ogni volta che una persona fa clic sul tuo annuncio, il guadagno per te deve essere certo, misurabile e ad alto margine.

Google Adwords è uno strumento molto potente ma solo se usato nel giusto modo, ti permette facilmente di scalare le Serp e posizionarti per parole chiave rilevanti. Tuttavia può anche essere inefficace se l’esperienza utente nel tuo eCommerce non è ottimale o scadente.

Email Marketing

L’email marketing è una delle forme più antiche di marketing digitale e ha un peso specifico anche nel mondo del marketing eCommerce.

È una delle forme più efficaci per raggiungere direttamente un potenziale cliente, tuttavia per convertirlo è importante fornire contenuti utili all’interno delle email.

Rendere le comunicazioni di Email Marketing più personali possibile e offrire delle promozioni è un modo anche per socializzare con e fidelizzare i tuoi clienti. Mostra quello che sta facendo la tua azienda, i nuovi prodotti, gli eventi che ci saranno, sii trasparente per relazionarti al meglio con il cliente e misurare il suo grado di interesse.

È importante monitorare l’analisi degli sforzi ottenuti con l’Email Marketing e per farlo è possibile sfruttare Google Analytics in sinergia con i dati forniti dai software di Email Marketing. Uno strumento gratuito messo a disposizione da Google che fornisce dati sulle proprie attività di Email Marketing.

Nonostante il largo uso dei social media, l’email  marketing rimane il canale di comunicazione principale e quindi anche il più redditizio. Con l’email marketing puoi inviare messaggi promozionali alle persone che te lo permettono.

La cosa fondamentale è creare una mailing list, attirando tutti i potenziali clienti e senza incappare nello spam con comunicazioni non targhettizzate.

Ricorda sempre di inviare email di benvenuto; email per educare i clienti ai tuoi prodotti; email di abbandono del carrello ed email che confermano l’acquisto. Sono tutti segnali che puoi dare ai tuoi clienti per fargli comprendere che presti attenzione alle loro necessità.

Marketing Automation: perché aumenta le vendite dell’eCommerce

Quando gestisci un eCommerce può essere difficile profilare e arrivare a conoscere i tuoi clienti.

È però fondamentale conoscerli, solo in questo modo puoi creare delle relazioni stabili e durature che incentivano i tuoi clienti a non cercare altrove prodotti simili.

Una strategia da sempre efficace per fidelizzare i tuoi clienti e aumentarne il valore degli acquisti del tempo è proprio impostare delle email automatiche basate sulle loro azioni.  

Ad esempio un’email di follow-up e di ringraziamento dopo che hanno acquistato sul tuo eCommerce, oppure la conferma di aver ricevuto e preso in carico una richiesta di assistenza o ancora una newsletter che informa mensilmente delle promozioni attive sono tutte attività che possono essere automatizzate facilmente e che incrementano la lealtà dei tuoi clienti.

Una volta che un cliente effettua un acquisto in un negozio online è probabile che ritorni e faccia un altro acquisto. Ed è molto più facile convincere loro a fare un altro acquisto che attirare un cliente nuovo. Ad ogni modo l’obiettivo è quello di riportare i clienti sul tuo sito.

Il vantaggio più rilevante di queste attività di email marketing è che possono essere completamente automatizzate.

Chiaramente per automatizzare tali attività è imprescindibile avere una ottima segmentazione della tua lista di clienti ed essere in grado di tracciare le loro attività.

Solo in questo modo potrai pianificare i tipi di comportamento sui quali vuoi segmentare i tuoi contatti e decidere quali contatti poi verranno aggiunti automaticamente ad una lista in base ai comportamenti tracciati. Questo rende più facile la creazione di contenuti di Email Marketing che siano effettivamente rilevanti e coerenti per gli utenti che li ricevono.

Inoltre, molti utenti presenti nelle tue liste potrebbero essere anche clienti inattivi, ma, nell’era della Marketing Automation, potrebbero rappresentare comunque un opportunità da sfruttare.

Mandare una email di sensibilizzazione per coinvolgere questi utenti, che non hanno ancora effettuato un acquisto, è un modo per indirizzarli verso il tuo sito. Con la segmentazione delle email è quindi possibile rendere i messaggi e le promozioni più pertinenti per i destinatari (questo aumenterà anche la probabilità che ritornino nel tuo negozio online).

Bisogna prestare attenzione alla mailing list in modo da mantenere la fiducia con i lead. In un momento come questo, in cui la privacy è fondamentale nella rete, non tutte le email commerciali sono ben viste dagli utenti. Per questo motivo i marketer dell’eCommerce devono prestare attenzione a chi e come aggiungono tra i visitatori del proprio sito web alla mailing list.

Follow-up post acquisto

Un modo di usare l’email marketing per eCommerce è questo: continuare a seguire il cliente anche e soprattutto dopo l’acquisto.

Se un utente ha già acquistato un prodotto dal tuo sito web e ha accettato di ricevere email da te durante la procedura di checkout, l’invio di un’email di follow-up pochi giorni dopo la consegna del prodotto mantiene la conversazione attiva e misura l’interesse futuro. Inoltre, questo approfondimento dopo l’acquisto mostra che l’azienda si preoccupa del cliente.

Il carrello della spesa abbandonato

Gli utenti abbandonano il carrello in un eCommerce per diversi motivi e mandare una email per individuare quale sia stato problema può fare la differenza tra un cliente perso e uno ri-acquisito. Si può, ad esempio, mandare all’utente un’email cortese in cui gli si ricorda di completare la procedura di checkout, gli si può offrire assistenza o raccomandare dei prodotti correlati per cercare di farlo tornare nel tuo eCommerce.

Affiliation Marketing

Alcuni marchi utilizzano l’Affiliation Marketing. Ovvero gli affiliati sono quelle persone o aziende che supportano le vendite del tuo prodotto, in genere in cambio di una commissione in %.

Date queste peculiarità dell’Affiliation Marketing i siti di eCommerce sono dei candidati più che validi per sfruttare questo tipo di marketing. Le tattiche utilizzate dal marketing di affiliazione sono: pubblicità a pagamento, content marketing e l’utilizzo di quei mezzi che convogliano il traffico verso le sezioni più rilevanti del tuo eCommerce.

Marketing locale

Il marketing locale, a volte trascurato nelle attività eCommerce, è una strategia molto utile che può aiutare a raddoppiare le zone in cui si concentrano gran parte dei tuoi clienti e quindi vendite. Utilizzando i cookie di monitoraggio puoi sapere dove si trovano i tuoi potenziali clienti e offrire loro delle promozioni o delle spedizioni gratuite. Questo tipo di incentivi può essere proprio quello che serve per trovare un cliente nuovo.

Referral Marketing

Referral Marketing è una delle strategie di marketing per eCommerce più potenti e d’impatto. Può essere assimilabile al tradizionale passaparola, solo che in questo caso viene fatto da siti e portali online.

In quanto creature sociali tendiamo a condividere informazioni ed esperienze con amici e parenti.

In questo modo ci si aiuta ad evitare le esperienze negative e ci si sostiene in quelle positive, condividendo anche informazioni riguardanti prodotti e servizi. Nel bene o nel male le persone divulgheranno sempre notizie riguardanti dei beni e il tuo marchio. Quindi, non vorresti che se ne parlasse in maniera positiva?

Qui interviene il Referral Marketing. Altro non è che il marketing che influisce sul passaparola che si crea, cercando di incoraggiare una maggiore condivisione di un certo prodotto o semplicemente di far sì che se inizi a parlare e bene. Il referral marketing aumenta la fedeltà dei tuoi clienti esistenti, aumentando la fiducia nel tuo marchio e nella tua offerta.

Il referral marketing è l’arma segreta di molti eCommerce.

Il modo migliore e più semplice per avviare attività di referral marketing è quello di creare un programma chiaro e definito, dedicato a specifici target di utenti o organizzazioni.

Il programma di referral ha essenzialmente l’obiettivo di incentivare persone e organizzazioni a menzionare il tuo eCommerce e indirizzare gli utenti a quest’ultimo.

Molto importante è pianificare e definire il giusto incentivo affinché il tuo programma di referral ottenga i risultati attesi.

Ad esempio, se stai vendendo un prodotto di cui sai che le persone hanno un bisogno continuo nel tempo puoi offrire uno sconto. Se stai, invece, vendendo un prodotto che le persone generalmente compreranno una volta sola offri un incentivo in denaro.

Dopo aver fatto questo, il passo successivo è la promozione e la diffusione del tuo programma di referral marketing. Se non lo fai pochi o nessuno ne verranno a conoscenza e quindi in poco tempo il tuo programma fallirà.

Secondariamente il successo di un programma di referral marketing dipende anche dagli strumenti utilizzati per realizzarlo. La creazione di coupon sconti personalizzati, il tracciamento delle azioni compiute dagli utenti o ancora la consegna di premi non sono attività semplici da implementare. Per questo motivo diversi eCommerce scelgono di affidarsi a piattaforme e software specializzati per queste attività di referral marketing.

Il successo del Referral Marketing è dovuto al fatto che il passaparola rimane uno degli strumenti più potenti nel marketing. Ieri come oggi le persone si basano e ricercano consigli e suggerimenti prima di effettuare acquisti online oppure riporre la loro fiducia in brand e marchi e imprese.

Per questo è spesso fondamentale attivare buon programma di referral marketing per il tuo eCommerce.

Come rendere efficace qualsiasi strategia di marketing per il tuo eCommerce

Indipendentemente dal fatto che la tua azienda sia stata avviata da poco o abbia già acquisito una base di clienti consolidata, è importante rimanere aggiornati con le tendenze e le tecniche di marketing più attuali per il tuo business eCommerce. 

Oltre a questo è anche necessario rispettare dei precisi standard per non deludere le aspettative dei tuoi clienti. Ricorda infatti che non sei l’unico eCommerce online e soprattutto troverai sempre qualcuno migliore in alcuni aspetti.

Qui di seguito abbiamo quindi raccolto un completo elenco di aspetti e fattori che dovresti tenere in considerazione per rendere il tuo eCommerce competitivo e pronto per sfruttare con successo le strategie di marketing viste precedentemente.

Ecco quindi gli aspetti più importanti da tenere in considerazione:

  1. Ottimizzare il layout del sito web.
  2. Ottimizzare la navigazione da mobile.
  3. Creare esperienze e pagine personalizzabili.
  4. Campagne e azioni di retargeting
  5. Ottimizzare la velocità del sito web
  6. Puntare sul visuale
  7. Navigazione fluida
  8. Fornire prove e recensioni di clienti che hanno già comprato
  9. Semplificare la procedura di checkout
  10. Evidenziare la tua politica di garanzia
  11. Offrire la spedizione gratuita
  12. Creare urgenza su un sito e-commerce
  13. Evidenziare la sicurezza
  14. Accettare più opzioni di pagamento
  15. Promuovere la sezione di prodotti in offerta
  16. Rendere le Call To Action semplici e chiare
  17. Far visualizzare i prodotti in modo interattivo
  18. Aggiungere altre opzioni di consegna

1. Ottimizzare il layout del sito web

Dopo aver avviato il tuo sito di eCommerce è importante ottimizzare il layout, ovvero la sistemazione degli elementi sulle pagine.

L’obiettivo è fare sì che quando gli utenti visitano ogni pagina, questa sia facile da consultare, gli utenti siano invogliati a comprare i prodotti e che sia chiaro come procedere all’acquisto.

Inoltre bisogna controllare la lingua delle pagine del sito web e il posizionamento strategico di elementi ed icone. Esistono delle applicazioni apposite che studiano i comportamenti dei clienti e come si muovono nei siti web. In questo modo, sapendo dove i clienti trascorrono più tempo nella tua pagina, puoi spostare lì gli elementi più interessanti. Questo è uno dei segreti per aumentare le vendite e fidelizzare i vecchi clienti.

2. Ottimizzare la navigazione da mobile

Riprendendo ancora il discorso del layout della pagina, è fondamentale che il sito web si modelli in base al dispositivo che lo apre. In un momento in cui i dispositivi mobili stanno dominando il panorama attuale, bisogna soddisfare anche queste esigenze per rendere l’esperienza degli utenti piacevole in ogni momento e luogo.

La maggior parte del traffico in rete è generato ora da smartphone e tablet, bisogna quindi personalizzare il tema del sito tenendo in considerazione questo dato. Assicurati di offrire ciò che gli utenti si aspettano e che il tuo sito web sia responsive per qualsiasi dispositivo.

L’adozione di una strategia di progettazione, per il tuo sito eCommerce, “mobile first” è fondamentale. Anche Google si sta muovendo in questa direzione, recentemente il processo di indicizzazione e posizionamento funziona tramite la logica del “mobile first”. D’altronde si stima che l’eCommerce mobile rappresenterà il 50% del mercato entro il prossimo anno.

3. Creare esperienze e pagine personalizzabili

I consumatori sono il motore di qualsiasi eCommerce, quindi dovresti cercare di rendere unica l’esperienza degli acquirenti nel tuo website.

Per riuscirci devi per prima cosa conoscere le tue buyer personas e in secondo luogo identificare modalità per personalizzare la loro esperienza di navigazione. Ad esempio mostrando prodotti che hanno già visto, inserendo contenuti che variano a seconda dei cookie di tracciamento ecc…

Si tratta di una pratica seguita dagli eCommerce più innovativi per far sentire i propri utenti speciali e riuscire a proporgli in modo naturale e immediato prodotti e servizi a cui sono naturalmente più interessati.

La Web Personalization è infatti il processo di creazione di esperienze personalizzate per i visitatori di un sito web. Anziché fornire un’unica e ampia esperienza, la personalizzazione del sito Web consente alle aziende di presentare ai visitatori esperienze uniche su misura per i loro bisogni e desideri.

4. Campagne e azioni di retargeting

Gli utenti che hanno già mostrato interesse per il tuo sito web hanno maggiori probabilità di effettuare un altro acquisto.  

Il retargeting è una tecnica che segue i clienti che hanno visitato il tuo sito e, mentre questi navigano in Internet, mostra loro degli annunci per farli tornare nel tuo eCommerce.

Quando questi visitatori ritornano sul tuo sito sono più propensi a portare a termine un acquisto. Per gestire al meglio una campagna di retargeting è importante che gli annunci siano mirati e specifici. Se l’utente è interessato ad un prodotto in particolare devi assicurarti che l’annuncio che gli appare riguardi proprio quel prodotto e che ci sia un link che rimandi a quello.

Come per la SEO e la pay-per-click è importante far avere subito all’utente, appena cliccato l’annuncio, tutte le informazioni che sta cercando. Ad esempio, se un utente clicca su un annuncio per una racchetta da tennis e viene reindirizzato alla home del sito con tutti gli articoli sportivi non sarà soddisfatto. Se invece verrà mandato direttamente nella pagina con l’articolo che aveva selezionato sarà più invogliato a comprare.

5. Ottimizzare la velocità del sito web

2 secondi è il tempo massimo che la gente è disposta ad attendere per caricare una pagina web.

Sono pochissimi, eppure alcuni studi indicano come il tempo di attesa che arriva a 3 secondi fa perdere la voglia all’utente, il quale, quindi, chiude la pagina. Per un sito di eCommerce un secondo può fare la differenza, può portare ad una grande diminuzione delle vendite.

Ecco alcune piccole accortezze per assicurarti che le tue pagine si carichino velocemente:

  • Puoi mettere alla prova la velocità del tuo sito usando alcuni strumenti
  • Puoi controllare il tuo piano hosting. Se il tuo host offre diversi livelli di hosting, fai in modo di utilizzare la versione migliore. D’altronde spendere qualcosa in più per aumentare la velocità di caricamento del sito significa aumentare anche le vendite
  • Puoi ottimizzare le immagini. Ridurre le dimensioni delle immagini fa sì che la pagina si carichi più velocemente. Ci sono alcuni strumenti che possono essere usati per ottimizzare le immagini per il web e per il mobile.

6. Puntare sul visuale

Internet è un luogo visivo. È fondamentale inserire immagini di alta qualità dei tuoi prodotti quando si tratta di marketing. Questo perché le immagini sono estremamente importanti soprattutto per gli acquirenti online che non possono toccare con mano i prodotti che stanno acquistando. È quindi necessario dare loro delle immagini che mostrino bene il prodotto e magari inserire anche dei video che spieghino l’uso di quel prodotto. Questa è la chiave giusta per avere un buon impatto sui clienti.

7. Navigazione fluida

La navigazione del tuo sito eCommerce deve essere fluida, senza interruzioni.

Gli utenti devono riuscire a trovare quello che stanno cercando senza problemi. La barra di ricerca all’interno del sito deve essere in bella vista, perché molti utilizzano questa funzionalità. E, cosa importante, i visitatori che trovano ciò che stanno cercando, con molta probabilità diventeranno clienti. È importante poi controllare i dati di ricerca per avere un’idea di cosa stanno vedendo gli utenti e agire di conseguenza.

Rendi pratico e funzionale il tuo motore di ricerca (se presente)

Uno studio di eCommerce mobile ha scoperto che la ricerca sul sito è uno dei metodi preferiti per trovare i prodotti. Però non sempre le ricerche sono in grado di restituire i prodotti che gli utenti cercano. È importante rendere questa funzionalità solida e così da aumentare le conversioni. È possibile fare sì che la barra di ricerca scorra mentre il visitatore scorre la pagina. Oppure si potrebbe inserire direttamente il termine “cerca” in un punto strategico, invece di un simbolo che potrebbe non essere riconosciuto. Si potrebbe anche inserire l’opzione di completamento automatico, all’interno della barra di ricerca, per offrire suggerimenti.

8. Fornire prove e recensioni di clienti che hanno già comprato

Se le persone comprano i tuoi prodotti fai circolare la voce. Tutti siamo più incentivati a comprare se sappiamo che molti altri li stanno usando con soddisfazione. Uno degli strumenti più potenti che hai a disposizione per farlo sono senza dubbio le recensioni dei tuoi clienti.

La grande maggioranza degli utenti che navigano in rete vanno a leggere le recensioni che vengono lasciate e sulla base di queste decidono come comportarsi riguardo ad un marchio e un prodotto.

Inoltre, inserire pulsanti di condivisione è un modo per mostrare prove sociali, il cui scopo è semplicemente quello di dimostrare che i tuoi prodotti vengono acquistati e piacciono.

UGC: l’importanza del contenuto generato dall’utente

Per aggiungere elementi di Social Proof sul tuo sito eCommerce puoi sfruttare i contenuti generati dall’utente, ovvero oltre alle recensioni anche le immagini e testimonianze varie condivise sui social. Un modo efficace per guidare la creazione di UGC è quello di creare delle competizioni amichevoli in cui i clienti sono incentivati a mettere in mostra i tuoi prodotti.

9. Semplificare la procedura di checkout

È bello avere i clienti registrati sul proprio sito, ma, con un sempre maggiore traffico di utenti, soprattutto da smartphone, è difficile far registrare tutti.

Spesso gli utenti vogliano semplicemente comprare un prodotto senza dover fare tante procedure.

Circa un terzo delle persone che abbandonano i carrelli lo fanno perché non vogliono creare un account o hanno difficoltà nel checkout. Evitare questi disagi ti permette di avere un numero più alto di clienti. Le casse degli ospiti senza registrazione del tuo sito possono fare la differenza tra una vendita e un carrello abbandonato.

10. Evidenziare la tua politica di garanzia

Le politiche di restituzione e garanzie dovrebbero essere prioritarie nel tuo negozio eCommerce.

Eppure non tutti le offrono, anche se dovrebbero.

Molti clienti, prima di acquistare, leggono la tua politica di restituzione e garanzia, quindi assicurati che sia tutto chiaro e comprensibile.

Quando si effettuano acquisti online i clienti, non avendo modo di toccare con mano il prodotto, vogliono essere certi che il marchio dal quale stanno acquistando sia disponibile nel caso in cui il prodotto acquistato arrivasse danneggiato o fosse diverso da quello ordinato. Mostrare quindi la tua politica di garanzia può mettere a loro agio i clienti e può assicurare un numero maggiore di vendite.

11. Offrire la spedizione gratuita

Gli utenti cercano la spedizione gratuita e la maggior parte dei siti eCommerce sono felici di offrirla. Se non possono concederla in maniera incondizionata allora devono stabilire un prezzo minimo da raggiungere e da lì far partire la spedizione gratuita. In questo modo aumentano le conversioni. Se invece le spedizioni sono a pagamento è bene menzionarlo prima e non aggiungerlo all’ultimo durante il checkout (sarebbe un buon modo per perdere una vendita).

12. Creare un’urgenza sul sito eCommerce

Evocare un senso di urgenza aiuta a chiudere prima una vendita.

Se si mette a confronto un prodotto con un’offerta che scade con un conto alla rovescia e un prodotto senza l’offerta a tempo limitato si noterà che il primo ha un tasso di conversione tre volte superiore. Quali sono le tecniche per generare urgenza in un sito eCommerce? Fare offerte a tempo limitato; la scarsità delle scorte (ad esempio “solo altri due rimanenti”) e la spedizione gratuita a termine.

13. Evidenziare la sicurezza

La sicurezza dei propri dati è fondamentale per un cliente e una presunta violazione di questi può rappresentare un grave danno. Gli utenti ti affidano i propri dati sensibili e ci tengono affinché siano custoditi. La mancata sicurezza non ispira fiducia nell’acquirente, mentre, la presenza di un sistema crittografato garantisce la protezione dei dati al cliente.

14. Accettare più opzioni di pagamento

Nonostante la sicurezza garantita alcune persone non vogliono inserire i dati della propria carta di credito nei siti online. È quindi importante inserire altre opzioni oltre a “paga con carta di credito”. Il pagamento tramite PayPal è una soluzione alternativa, utilizzata inoltre da moltissimi consumatori. C’è chi offre anche la possibilità di pagare con la valuta digitale come i bitcoin.

Ad ogni modo il tuo sito dovrebbe essere abbastanza flessibile da ospitare più metodi di pagamento, così da accontentare ogni acquirente.

15. Promuovere la sezione di prodotti in offerta

Alcune persone compreranno dei prodotti solamente perché sono in offerta, anche se non ne hanno bisogno. Promuovi, quindi, nel modo migliore i tuoi prodotti in offerta, accertandoti che i cercatori di offerte siano in grado di trovare tutto online. Molti degli acquirenti comprano solo quando trovano dei prodotti in sconto.

16. Rendere le Call To Action semplici e chiare

Il tuo sito eCommerce avrà bisogno di call-to-action (CTA).

Cosa sono? Quegli elementi che nel sito indirizzano l’attenzione degli utenti e dicono loro cosa possono fare e dove andare. Possono essere, ad esempio, dei pulsanti in evidenza che spiccano dallo sfondo della pagina. Sono magari gli elementi che i visitatori notano subito e che devono dire loro come comportarsi. Quando si tratta di pagine di prodotti è bene non inserire troppi bottoni per non confondere troppo il cliente e instradarlo verso la cassa.

I pulsanti CTA devono attirare l’attenzione senza però essere fastidiosi, quindi anche il colore influisce sulla loro efficacia.

17. Far visualizzare i prodotti in modo interattivo

Come abbiamo già detto, lo shopping online, a differenza dello shopping fisico, non permette al cliente di tastare direttamente il prodotto. È quindi importante la visualizzazione del prodotto ai fini della vendita. Alcuni siti eCommerce hanno aggiunto l’opzione dello zoom, con la quale i clienti possono ingrandire alcuni dettagli e avere una comprensione migliore del prodotto. Un’altra opzione è quella di inserire una rappresentazione 3D del prodotto che non solo permette una migliore percezione dell’oggetto, ma, aumenta anche il coinvolgimento del cliente.

18. Aggiungere altre opzioni di consegna

Un aspetto importante dell’attività eCommerce è quello della consegna veloce e tempestiva.

La spedizione è uno dei fattori chiave che differenzia molti siti eCommerce da altri. Gli acquirenti online hanno sempre maggiori attese che vogliono essere soddisfatte sempre più rapidamente. Amazon, ad esempio, sta provando delle nuove consegne con dei droni. Le aspettative delle consegne online sono aumentate rispetto a due anni fa e l’efficienza è la caratteristica principale nel business dell’eCommerce. Tempi di spedizione troppo lunghi possono far desistere gli utenti dall’acquistare o peggio ancora cercare in altri eCommerce tempi di spedizione più brevi per lo stesso prodotto.

Per concludere: strategie marketing per eCommerce all’avanguardia

Chi ha un negozio online può sfruttare tutte le nuove tecnologie per aumentare il proprio business. D’altronde in questo modo è possibile trovare nuove strade per distaccarsi dalla concorrenza senza dover per forza di cose combattere sul prezzo o puntare troppo sugli sconti rinunciando ai propri margini.

L’intelligenza artificiale per eCommerce

L’intelligenza artificiale ormai è ovunque e sta coinvolgendo ogni aspetto della nostra vita quotidiana. Dagli assistenti virtuali alle auto che si guidano da sole, l’intelligenza artificiale può avere un grande impatto anche nell’eCommerce.

Oggi i processi decisionali aziendali sono guidati soprattutto dai dati e il tasso di conversione, il tasso di coinvolgimento, il traffico del sito web sono fattori importanti per gli operatori del marketing online.

È qui che gli strumenti dell’intelligenza artificiale intervengono per analizzare tutti i dati a disposizione e poter quindi studiare i comportamenti dei tuoi potenziali clienti. Tramite gli algoritmi è possibile prevedere quali prodotti compreranno gli utenti e consentono di automatizzare le operazioni di logistica e magazzino.

Una parte dell’intelligenza artificiale è formata dai chatbot, altro strumento importante per le aziende eCommerce.

Un chatbot è un programma per computer che simula una conversazione con un utente con lo scopo di fornire aiuto, assistenza, servizi e migliorare l’esperienza del cliente.

Puoi anche programmarli per recuperare i dati da campagne di email marketing e offrire codici di sconto. Un live chatbot può offrire ai consumatori un’esperienza personalizzata che influenzerà le loro decisioni di acquisto. E, oltre a interagire con i clienti, possono aiutarti a gestire il tuo inventario, permettendoti così di sapere quali articoli stai esaurendo nel tuo negozio online. Possono anche far sapere ai tuoi clienti che il prodotto che stavano cercando è di nuovo disponibile.

Filtro avanzato dei prodotti

I filtri di prodotto sono un elemento indispensabile per il tuo negozio di eCommerce.

La funzionalità di filtro avanzato consente ai tuoi clienti di trovare esattamente ciò che stanno cercando in modo rapido e semplice. Può essere ancora più utile se vendi molte varianti degli stessi tipi di prodotti con molte opzioni diverse. I filtri avanzati consentono ai clienti di poter selezionare una gamma complessa di opzioni riguardanti il prodotto. Dovresti inserire il maggior numero possibile di attributi specifici del prodotto come filtro di categoria. È un buon modo per ricordare ai tuoi clienti che questi attributi sono cruciali per il loro processo di selezione.

I filtri possono essere aggiunti anche per completare la funzione di ricerca del sito, aiutando il cliente quando colto da indecisione. Inoltre, sono perfetti per i clienti che hanno solamente un’idea generale e hanno bisogno di una guida.

Retention Marketing

Non è importante solo far sì che un visitatore arrivi nel tuo eCommerce, ma che vi ritorni e acquisti frequentemente. Ricorda infatti che il costo di acquisire un nuovo utente è spesso maggiore rispetto a far riconvertire un vecchio cliente.

Tra le varie strategie di marketing per eCommerce c’è quindi il retention marketing.

Il retention marketing è una forma di marketing che si focalizza sul creare consumatori che siano legati al website e che ritornino frequentemente per acquistare. È importante mantenere i clienti che già hai oltre ad attrarne di nuovi.

Gli sforzi di retention marketing (ovvero la tua strategia di difesa) devono essere ben bilanciati con attività di Acquisition Marketing (ovvero la tua strategia di attacco). Non è possibile determinare a priori quale delle due attività sia la più strategica perché dipenderà dal tuo business.

Il retention marketing ti aiuta a coltivare nel tempo le relazioni con i tuoi clienti aumentando il lifetime value in modo costante.

Prima il retention marketing non era così importante, o per lo meno la sua rilevanza strategica veniva spesso sottovalutata.

Ora la situazione è cambiata a causa dell’aumento della concorrenza online. Oggi tutte le attività di SEM sono più costose e non sempre la spesa per acquisire nuovi clienti è sostenibile. Il retention marketing ti permette quindi di sfruttare i tuoi clienti già acquisiti per generare risorse per attirarne di nuovi, aumentando ROI e redditività del tuo eCommerce.

Ancora oggi il traffico medio dei consumatori eCommerce comprende:

  • 8% utenti che tornano e fanno più acquisti.
  • 92% utenti che acquistano una sola volta.

Ma il dato più interessante riguarda il fatturato. Spesso in media il 41% del fatturato di un Ecommerce dipende proprio da quella piccola percentuale di acquirenti abituali.

Inoltre la maggior parte del budget di marketing viene dedicato all’attirare nuovi clienti, in media solo il 19% della spesa è dedicata ad attività di retention marketing.

Per concludere quindi per aumentare le performance del tuo eCommerce dovresti lavorare su due fronti. Acquisire in modo costante nuovi clienti e soprattutto fidelizzare e rendere leali i clienti esistenti. Come farlo?

Puoi sfruttare cinque efficaci strategie:

  • Offrire un’esperienza di navigazione appagante.
  • Offrire un eccellente servizio di Customer Care e assistenza.
  • Sfruttare la Marketing Automation.
  • Premiare i tuoi clienti che tornano a fare acquisti.

In questo modo non solo fidelizzerai i clienti esistenti ma aumenterai l’efficacia dell’applicazione di tutte le strategie di marketing per eCommerce che abbiamo visto precedentemente.

Articoli recenti

Lascia un commento