In Digital Marketing

Quali sono gli ERP più diffusi in Italia

Torniamo a parlare di ERP e di software gestionali, per esaminare quali sono le realtà di questo tipo più diffuse in Italia.

 

software gestionali, per come è strutturato il tessuto imprenditoriale italiano, per la maggior parte costituito da imprese con meno di 4 addetti (fonte Istat), sono lo strumento di gestione aziendale più diffuso nel nostro paese.

 

Ne esistono oggi di diverse tipologie, che si adattano a esigenze specifiche.  Il trend degli ultimi tempi è infatti della specificità, per poter andare a soddisfare in maniera sempre più puntuale le necessità aziendali di ogni realtà.
La maggior parte dei software gestionali oggi sono infatti strutturati a moduli, che corrispondono a funzioni specifiche e che consentono di comporre il software solo con quelle veramente necessarie

 

Gli ERP di ultima generazione

Gli ERP di ultima generazione portano, rispetto ai vecchi programmi dipartimentali, alcuni vantaggi sostanziali, che oggi possono fare veramente la differenza per un’azienda. Vediamone alcuni:

 

  • Unicità del dato: essendo basati sull’utilizzo di un unico database, i sistemi ERP di ultima generazione garantiscono l’unicità del dato, scongiurando la possibilità di errori ed inefficienze, dovuti alla duplicazione delle informazioni. In questo modo, un dato può essere utilizzato trasversalmente in più processi e dipartimenti aziendali, consentendo di amministrare in maniera più efficiente i flussi di lavoro, anche grazie all’aggiornamento in tempo reale.

 

  • Modularità: la struttura a moduli dei moderni sistemi ERP, permette un elevato livello di personalizzazione rispetto alle esigenze aziendali. La modularità rende questi sistemi particolarmente adatti anche alla crescita aziendale, grazie alla possibilità di implementare funzionalità aggiuntive a posteriori, a seconda delle nuove esigenze d’impresa.

 

  • Integrabilità: i programmi gestionali ERP sono integrabili con programmi preesistenti, consentendo di non dover disinstallare software già in uso per esempio per la gestione di un dipartimento o processo aziendale, ma garantendo ancora una volta l’unicità del dato grazie alla possibilità di dialogare con questi sistemi.

 

  • Previsione: grazie alla raccolta dei dati all’interno del database unificato, i sistemi ERP sono in grado di sfruttare i dati inseriti al loro interno per estrarre informazioni utili relative alle performance aziendali, ma anche di effettuare previsioni dell’andamento del business sulla base di dati concreti preesistenti.

 

ERP italiano o internazionale?

Il mercato degli ERP/Gestionali, in Italia, è costituito da software sviluppati sia da aziende italiane che estere. Esistono anche software sviluppati all’estero che sono ancora privi della necessaria localizzazione amministrativa italiana.

L’analisi che segue non entra nel merito delle valutazioni qualitative, ma si basa solo su un criterio quantitativo. 

Il numero complessivo di istallazioni ERP in Italia riguarda

  • Per il 5% la grande impresa
  • Per il restante 95% la media e piccola impresa

L’enorme differenza è dettata, come abbiamo più volte notato, dal tessuto imprenditoriale italiano, che vede la netta preminenza di PMI, a fronte di poche grandi imprese.

In Italia le software house che producono applicativi gestionali e che fatturano almeno un milione di euro con almeno 10 addetti sono 1346, e realizzano un fatturato complessivo di 14,9 miliardi di euro: tenendo conto anche delle entrate delle loro reti di vendita (0,9 miliardi), il mercato del software gestionale in Italia vale 15,8 miliardi di euro (Fonte: Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano).

Di fatto, le digital company italiane, negli anni passati, hanno puntato tutto sul mercato interno, pertanto la quasi totalità degli ERP italiani è stato progettato nell’ottica della piccola e micro impresa, motivo per cui si tratta di prodotti la cui diffusione è limitata al territorio nazionale. Di contro, le grandi imprese, si sono dotate di ERP prodotti all’estero, già tarati sulle necessità di aziende con numeriche più importanti.

Tuttavia, il mercato è in continua evoluzione e cambiamento, tanto che alla fine anche le PMI si sono rivolte a soluzioni ERP estere, più strutturate, e le company straniere, per contro, hanno creato sistemi più flessibili e modulari, che venissero incontro a realtà più piccole.

I criteri per orientare la scelta

Non vale come regola, ma a volte, nel segmento delle PMI, la maggior diffusione di un ERP/gestionale rispetto ad un altro, è legata anche a variabili non tecniche, quali:

  • Il passaparola
  • L’efficacia del messaggio di marketing del produttore 
  • La capillarità della rete di vendita ed assistenza
  • La best practice

Invece, nella grande impresa, contano più considerazioni legate alla qualità e complessità del software.

Come orientare quindi la scelta tra le numerose possibilità presenti sul mercato? Per farlo è importante valutare alcuni aspetti: 

  • Esigenze aziendali specifiche 
  • Obiettivi di business
  • Previsione di crescita a medio-lungo termine 
  • Requisiti di sistema 
  • Budget 
  • Affidabilità del partner tecnologico 

l’ERP migliore per un’azienda è, ovviamente, quello che ha tutte le caratteristiche per rispondere esattamente alle esigenze dell’azienda stessa. 

I nomi

Non esistendo una classifica sancita da un istituto di market research super partes, abbiamo seguito il metodo, considerato anche da altri, di verificare i software più ricercati sui motori di ricerca. Si tratta ovviamente solo di una visione d’insieme che non ha pretese di reale statistica.

Ecco quindi i nomi più e ricercati cliccati nel primo semestre del 2020.

I nazionali più in evidenza sono:

  • Ad Hoc
  • Alyante
  • E/Impresa
  • Embyon
  • Fluentis
  • JGalileo
  • Mago
  • Mexal
  • Panthera
  • Up!
  • Userportal

Quelli di produzione straniera:

  • ADempiere
  • Dynamics NAV
  • JD Edwards
  • Odoo
  • TargetCross
  • SAP Bunsiness
  • SAP Hana S/4Hana

I più diffusi

Ad Hoc Revolution di Zucchetti

Zucchetti ha diversificato l’offerta generale: pensato per le PMI, Ad Hoc Revolution è modulare, scalabile, personalizzabile. Dopo SAP Business One, è il più cercato.

Si prosegue con Mago4 Professional pensato invece per chi non vuole dedicarsi più del necessario a destreggiarsi tra nuovi strumenti, ma vuole puntare subito all’operatività, coprendo una larga serie di attività. Più specifico è Onda, rivolto espressamente ai processi di contabilità e amministrazione, vendite e acquisti, magazzino e logistica, produzione e controllo di gestione. Infine, quando un’organizzazione inizia a crescere, può essere utile rivolgersi a Gestionale 2 pronto a gestire problematiche anche complesse legate alla contabilità generale e analitica, al magazzino, alla produzione, ai clienti e ai fornitori.

Tre anche le proposte di base rivolte al mondo dei professionisti e della attività più ridotte per numero di addetti, pensando prima di tutto alla semplicità d’uso. Mago4 Professional Lite Edition è come prevedibile una versione semplificata, per chi comunque opera in attività con un certo livello intrinseco di complessità di parla di servizi, commercio, logistica e distribuzione. Meno specifico è Gestionale 1, pronto però per essere gestito in prima persona sin dalle fasi di installazione e configurazione. Chiude la carrellata Zucchetti, MicroInfinity ERP, gestionale fruibile in modalità SaaS (Software as a Service), riducendo praticamente la fase iniziale a un accesso via browser o poco più. Oltre a evitare le incombenze sulla gestione hardware, aumenta anche la flessibilità in termini di mobility.

SAP Business One

Dopo decenni di sistemi mastodontici e monolitici, con gestione dei dati a silos e prezzi da pubblica amministrazione, SAP ha capito che esistono anche le piccole e medie imprese, e che tutte vogliono crescere. Probabilmente il miglior software gestionale per PMI ad oggi disponibile, frutto dell’esperienza SAP e delle istanze del mercato. Disponibile in 150 paesi, 27 lingue e con oltre 42 localizzazioni fiscali, SAP Business One è utilizzato ogni giorno da oltre 50.000 aziende, 2.500 delle quali in Italia.

SAP Hana S/4Hana

SAP S/4 Hana, rimane il meglio per le grandi imprese. Concepita per dare il meglio di sé negli ambienti Cloud e per consentire a qualsiasi tipo di organizzazione di costruire e aggiornare costantemente processi, metodi di lavoro, approcci al go-to-market grazie alla logica as-a-service. Sicuramente riservato a grandi aziende, con personale da skillare quasi ad hoc, a fronte di prestazioni di altissimo livello.

Recommended Posts
Scrivici
Hai bisogno di aiuto?
Ciao, come possiamo aiutarti?